Infotel

mercoledì 31 luglio 2013

Decreto direttoriale per la concessione di benefici ai datori di lavoro 2013

Sarà pubblicato a breve in GU il decreto direttoriale per la concessione di benefici ai datori di lavoro che nel 2013 assumono lavoratori licenziati nei dodici mesi precendenti l’assunzione.

Si tratta del decreto n. 390 del 3 giugno 2013, registrato alla Corte dei Conti lo scorso 1 luglio, registro 10, Foglio 105, che modfifica gli articoli  2 e 4 del decreto direttoriale  n. 264 del 19 aprile 2013.

Scopi di piu' : incentivi sostegno occupazione

lunedì 29 luglio 2013

Dispositivi di protezione individuale anticaduta

anticadutaDispositivi anticaduta.

punto di ancoraggio stabile, resistenza minima 10 kN (norma EN 795) , cordino , ammortizzatore di caduta (assorbitore di energia) , imbracatura anticaduta .

Per proteggere una persona dalle cadute dall’alto con i dispositivi di protezione individuale occorre :

1. un punto di ancoraggio robusto posizionato al di sopra del posto di lavoro o almeno all’altezza della persona da proteggere (portata: 10 kN o 1000 kg);
2. sistemi di collegamento (EN 354), come cordini di posizionamento, funi di sicurezza con dispositivo di regolazione della lunghezza, dispositivi anticaduta di tipo retrattile, ecc;
3. un ammortizzatore di caduta (assorbitore di energia), (EN 355);
4. una cintura o imbracatura di sicurezza (EN 361) come dispositivo di sostegno del corpo del lavoratore.

Governo e Parlamento rafforzino gli investimenti e gli interventi in materia di sicurezza

lavoro
Incidenti sul lavoro. Sbarra (Cisl ): "Governo e Parlamento rafforzino gli investimenti e gli interventi in materia di sicurezza"

Lo dichiara in una nota Luigi Sbarra, Segretario confederale Cisl, commentando la notizia delle tragiche esplosioni verificatesi all'interno di una fabbrica di fuochi d'artificio nel comune di Città Sant'Angelo.

Roma, 26 luglio 2013- "Tra le tante questioni che in questi giorni l'attualità politica ed economica ci pone in evidenza, non si può ignorare l'ennesima tragedia che ha riguardato ieri il dramma delle morti sul lavoro". Lo dichiara in una nota Luigi Sbarra, Segretario confederale Cisl, commentando la notizia delle tragiche esplosioni verificatesi all'interno di una fabbrica di fuochi d'artificio nel comune di Città Sant'Angelo."L'esplosione dell'azienda nel pescarese che è costata la vita ad un lavoratore, figlio del titolare e che vede ancora numerosi dispersi - ha sottolineato Sbarra - riporta ancora una volta all' attenzione, la questione della tutela della salute e sicurezza sul lavoro quale vera grande emergenza sociale anche nelle realtà lavorative di più ridotta dimensione e come in questo caso, a gestione familiare. La Cisl, nell' esprimere alla famiglia della vittima ed a quelle dei dispersi i sentimenti di profondo cordoglio, conferma il massimo impegno politico e sociale per rivendicare che il sostegno al lavoro ed all' impresa non può prescindere dalla necessità di porre il tema della prevenzione e della sicurezza sui luoghi di lavoro tra le questioni centrali da affrontare e risolvere dalle istituzioni, dalle forze politiche e dalle autorità preposte ai controlli. Occorrono più investimenti ed interventi sulla tutela della salute e della sicurezza sui luoghi di lavoro anche per qualificare gli sforzi in direzione della crescita economica e sociale". "Un' esigenza, questa, indispensabile sopratutto in queste ore che il Parlamento è impegnato nell'approvazione del Decreto "del fare" che- conclude Sbarra- tra le tante vicende contiene anche interventi in materia di sicurezza sul lavoro che chiediamo vengano rafforzate per migliorare tutele e diritti e per evitare ulteriori tragedie e perdite di vite".

Ufficio stampa Cisl

venerdì 26 luglio 2013

Cultura della sicurezza per i giovani

Cultura della sicurezza per i giovani. Quest’anno tra le varie attività realizzate per promuovere la cultura della sicurezza negli ambienti di vita, casa, lavoro, scuola, un laboratorio dedicato ai ragazzi dove giocare ed imparare facendo attenzione ai pericoli che si nascondono nella vita di tutti i giorni. Inoltre, anche per il 2013, sarà dedicata un’intera giornata alla sicurezza sul lavoro con spettacoli tematici per far riflettere, anche i più grandi, sull’importanza della prevenzione dei comportamenti a rischio.

La sede Inail di Salerno. Dal 19  luglio e per tutta la durata della manifestazione sarà allestito, a cura della Sede Inail di Salerno, uno spazio ludico-didattico , per trattare, con il metodo del gioco, i temi inerenti la sicurezza e salute nei luoghi di lavoro.
 
Rosso Malpelo. Inoltre, il 20 luglio  presso la Sala Lumière della Cittadella del Cinema, sarà proiettato il Film Rosso Malpelo, con la presenza del regista Pasquale Scimeca.

Al  dibattito che seguirà  con i ragazzi al termine della proiezione,  parteciperanno il regista ed il Dirigente  della Sede Inail di Salerno Donatella Volino

Camera di Commercio di Mantova formazione e qualificazione professionale

Sono finanziabili le spese per la formazione e qualificazione professionale che comporti la partecipazione a:

- percorsi formativi organizzati da associazioni di categoria riconosciute e loro società di servizi, aziende speciali delle Camere di Commercio, altre imprese che rechino nell’ oggetto sociale ed esercitino come prevalente l’attività di formazione e che soddisfino almeno uno dei seguenti requisiti: o riguardare una o più delle seguenti tematiche:

- internazionalizzazione;
- marketing finalizzato alla promozione delle vendite;
- finanza e controllo di gestione fina lizzati alla razionalizzazione dei costi;
- innovazione tecnologica e organizzativa;
- gestione del personale;
- ambiente e qualità;
- produzione e logistica;
- sicurezza in azienda;
- aggiornamento professionale.

SCOPRI DI PIU'

venerdì 19 luglio 2013

mercoledì 17 luglio 2013

Decreto fare, gli emendamenti delle Regioni

La Conferenza delle Regioni e delle Province autonome ha espresso l’11 luglio, in sede di Conferenza Unificata, il proprio parere sul Ddl di conversione in legge del cosiddetto “Decreto fare”. Si tratta di un parere favorevole condizionato però all’accoglimento di una serie di emendamenti contenuti in un documento approvato dalla Conferenza delle Regioni e consegnato, nella stessa Conferenza Unificata,  al Governo.


Decreto fare, gli emendamenti delle Regioni - Portale Consulenti